Progetti

PROGETTI ATTIVI

I progetti attualmente in lavorazione dalla Ghost Rider Produtcion.

RESURRECTION

Tool: Iniziato su Rpg Maker 2003, migrato su RMXP in seguito, infine tornato definitivamente su RM2003.
Iniziato Nel: 2005
Genere: Surival Horror/Action
Sistema di Battaglia: Tempo Reale
Menu: Personalizzato
Longevità: Orientativamente sulle 10 ore di gioco.

Trama: Descio ha vissuto per dieci anni in una casa sperduta in una foresta, per quanti sforzi abbia fatto non è mai riuscito ad uscire da lì. Non ha ricordi del suo passato, le sue notti sono tormentate da incubi e, di giorno, presenze spettrali che abitano la foresta lo angosciano. Una notte come tante una ragazza che sembra conoscerlo bussa alla sua porta e gli chiede di seguirlo in un vecchio castello chiamato Wolfenstein; Descio inizialmente rifiuta, ma in seguito, capendo che, forse, recarsi in quel castello rappresenta l’unica possibilità di uscire da quella foresta, decide di andare lì; per una strana coincidenza, il sentiero per uscire dalla Foresta Spettrale, quella notte è palese, davanti a lui… e forse una coincidenza non era.

Setting: Storico/ Fantasy Horror

Note: Resurrection è il primo capitolo di una trilogia alla quale, precedentemente, avevo dato il nome di “The Obscure Saga”; come genere si accosta ai vecchi Resident Evil, prima che li trasformassero in sparatutto, dove dovevi incamminarti per luoghi oscuri, risolvere enigmi, trovare chiavi e affrontare mostri. A questo si mischiano elementi tipici degli Action Game, ad esempio il fatto che entrando e uscendo da un’area i mostri ricompaiono, gli stessi mostri rilasciano punti esperienza con i quali potenziare il proprio armamentario.

Altro: Resurrection 1.0 [Old Demo Version]

DRAGONHEART FOREVER

Tool: Rpg Maker 2003
Iniziato Nel: 2012
Genere: jRPG
Sistema di Battaglia:  Classico, pesantemente modificato grazie anche a Patch esterne.
Menu: Classico, modificato da alcune patch per avere delle opzioni extra.
Longevità: Previsto sulle 100 ore.

Trama:  Descio è un soldato del regno di Baron, adottato e addestrato dal capo dell’esercito, il Conte Orlandu in persona. La sua infanzia è stata segnata dalla distruzione immotivata del suo intero villaggio, per mano dello stregone Magus. L’uica ragione di vita di Descio è la vendetta, ma lo stregone è sparito dalla circolazione da anni; questo finchè l’inaspettato risveglio di uno degli Otto Draghi, ridesta l’interesse di Magus, che deciderà di attaccare i due grandi regni che da sempre si contendono il continente, Baron e Avalon, proprio nel mezzo del più grande conflitto tra i due imperi. Combattuto tra il dovere e la vendetta personale, Descio finirà catpultato nel mezzo di eventi più grandi di lui, di Magus, e di tutto ciò che conosce…

Setting: Giappo-Fantasy

Note: Ebbene si, il remake/rebot del mio primissimo progetto con rpg maker 2000 è arrivato: Dragonheart Forever mira ad unire Dragonheart e Dragonheart II in un unica, epica, saga. Importato su rpg maker 2003,  e arricchito di tutta l’esperienza che ho accumulato in questi anni, Dragonheart Forever è senz’altro il più ambizioso progetto nel quale mi sono cimentato. Grazie anche all’aiuto di plugin esterni e patch, la speranza è quella di creare un gioco quanto più unico possibile.

Altro: Pagina dedicata al Progetto.

GIOCHI FINITI

I progetti portati a termine dalla Ghost Rider Production.

DRAGONHEART

Tool: Rpg Maker 2000
Iniziato Nel: 1999
Genere: j-RPG Classico
Sistema di Battaglia: Classico
Menu: Classico
Longevità: Circa 20 ore di gioco.

Trama: Descio è un cavaliere del regno di Baron, nonostante sia molto giovane ha gia scalato i ranghi di tutto il suo esercito diventando capitano di un suo battaglione speciale, i Cavalieri del Sangue. In realtà a Descio importa poco della guerra e dell’impero, tutto ciò che vuole è trovare lo stregone Magus e vendicare la morte della sua famiglia. Il suo desiderio di vendetta sembra avverarsi quando, una notte, lo stregone attacca apertamente il castello di Baron…

Setting: Giappo-Fantasy

Note: Dragonheart è il mio primo progetto; all’epoca ero poco più che un ragazzino, infatti i dialoghi del gioco sono molto scarni (oltre all’essere strapieni di errori grammaticali), e in realtà quasi mai sono riuscito a dare alle varie scene di dialogo l’enfasi che avrei voluto. Non ero nemmeno granchè come programmatore, infatti il gioco è strapieno di bug oltre al fatto che presenta pochissime “caratteristiche” personalizzate. Molti nomi di luoghi e personaggi, poi, erano presi da altri videogiochi, vista la carenza di “ispirazione” (c’erano anche le summon prese pari pari da Final Fantasy), sebbene comunque i personaggi che “copiavo” erano comunque estratti dal loro “concept” originale, ad esempio Magus era nel nome e nell’aspetto quello di Chrono Trigger (il mio personaggio preferito di tutta la storia dei videogiochi) ma copriva un ruolo del tutto diverso. Tutto sommato Dragonheart lo porto nel cuore, è il mio primo videogioco e ancora oggi, 13 anni dopo, ricordo a memoria tutti i dialoghi, i personaggi, etc… peccato che il progetto è andato perduto dopo la distruzione del mio vecchio PC; sono certo che da qualche parte ne ho una copia di backup, devo solo trovarla.

Download: Anche ammesso che lo ritrovassi, dubito che avrei il coraggio di pubblicarlo… è troppo osceno ghghg.

 

Mak-Man

Tool: Rpg Maker 2003
Iniziato Nel: 2014
Genere: Arcade

Note: Mak-Man è sostanzialmente un minigame, in stile Pac-Man (come suggerisce il nome). Programmato in circa mezz’ora perchè mi annoiavo, l’idea era quella di offrire un gioco/tutorial a chiunque volesse inserire, nei propri progetti, un minigame stile Pac-Man, infatti il progetto è liberamente esplorabile da rpg maker 2003.

Poi l’idea mi è piaciuta, però, e ci ho fatto altri stage e ci ho fatto un po’ di grafica più simpatica, e alla fine ho ideato questo gioco “a versioni”, e l’ho dedicato alla mia cara comunity di Makerando.com.

Altro: Pagina del Gioco

Download: Lo trovate a questo link (è richiesta la registrazione a Makerando).

SOSPESI

Progetti iniziati in passato e che, per un motivo o per un altro, sono stati bloccati e tali resteranno fino a nuovo ordine.

SACRED HELL

Tool: Rpg Maker 2003
Iniziato Nel: 2004
Genere: j-RPG Classico
Sistema di Battaglia: Classico, con qualche “ritocco”
Menù: Classico
Longevità: Ancora da stabilire, ma orientativamente sulle 70/90 ore di gioco.

Trama: La mattina del suo ventunesimo compleanno, Descio si sveglia dopo uno strano sogno dove assiste alla caduta di un regno esistito 1000 anni prima. Quello stesso giorno, un suo vecchio amico, scomparso misteriosamente un’anno prima, ritorna, braccato da un improbabile agente di polizia; Il suo maestro di Arti Marziali parte misteriosamente senza fornire spiegazioni e strani uomini celati da una tunica rossa piombano misteriosamente a casa sua. A partire da quel momento, la sua vita non sarà più la stessa.

Setting: Un misto tra fantasy e moderno: alcune città hanno strade asfaltate e edifici moderni, ci sono automobili, moto, computers, etc… città più antiche, però, presentano ancora uno stile medievaleggiante. Ovviamente non mancano navi volanti, etc…

Note: Sacred Hell ha tutto ciò che potete immaginare di trovare in un gioco di ruolo “alla vecchia maniera”, come Chrono Trigger, o vari Final Fantasy fino al 9… ovviamente non intendo paragonare il mio gioco a nessuno di questi grandi classici, ma dovrebbe darvi un’idea di cosa potrete trovare in Sacred Hell: un mondo vasto da esplorare, equipaggiamenti da comprare, abilità e magie da sbloccare, luoghi e boss segreti da scoprire.

WAY OF THE WARRIOR

di proprietà della SPIRIT OF VENGEANCE

Tool: Rpg Maker 2000
Iniziato Nel: 2001
Genere: Avventura/Picchiaduro
Sistema di Battaglia: Personalizzato
Menu: Personalizzato
Longevità: Non siamo mai arrivati a finirlo

Trama: Descio e Hyuga sono due inseparabili amici, anche se la loro differenza di carattere li porta spesso a scontrarsi: Hyuga è un guerriero disciplinato, vive secondo gli insegnamenti di Onore, Lealtà e Rispetto, tramandati dal suo Sensei; Descio non è da meno quanto ad Onore e senso di Giustizia, ma non sopporta il rigore e la disciplina del suo Dojo.
Un pomeriggio, mentre entrambi sono al villaggio, attaccano briga con un gruppo di banditi, e nella colluttazione che ne segue, i due protagonisti vengono separati; Descio, creduto morto, ha perso la memoria e, aiutato da una misteriosa ragazza alata, cercherà di raggiungere la capitale, guidato dall’unico indizio che ha: un biglietto di partecipazione al torneo annuale di combattimenti. Hyuga intanto, mosso dai sensi di colpa per la morte dell’amico, parte per un viaggio senza meta, ma presto farà conoscenza con un individuo a dir poco “particolare”…

Setting: Una versione un po’ alternativa del nostro mondo.

Note: Way of the Warrior riunisce in se i personaggi più famosi delle più grandi saghe di picchiaduro esistenti: Street Fighter, King of Fighters, Fatal Fury, Art of Fighting, Last Blade, Guilty Gear, Samurai Spirit, Vampire Savior… dite un nome, lo troverete. Tutti i più grandi lottatori della storia dei videogiochi, ognuno con le sue mosse caratteristiche.
Il progetto ahimè è stato abbandonato, fino a nuovo ordine, data la mancanza di tempo, da parte sia mia che del mio collega… oltre al fatto che la mole di lavoro da fare era esageratamente grande per due persone… abbiamo provato a coinvolgerne un terzo, ma non è che sia andata così bene…

DRAGONHEART II

Tool: Rpg Maker 2000
Iniziato Nel: 2000
Genere: j-RPG Classico
Sistema di Battaglia: Classico
Menu: Classico
Longevità: Non siamo mai arrivati a finirlo

Trama: Dieci anni dopo gli eventi del primo Dragonheart, il nostro protagonista, Descio, chiamato da tutti l’ Eroe che ha unificato il Mondo, ha voltato le spalle a tutto e tutti, inclusa la sua promessa sposa, Lara, senza fornire alcuna spiegazione. Ora, circondato da pochi e fidati uomini, gira il mondo a bordo di una Nave Volante, l’Arcadia, quartier generale della sua banda di mercenari e soldati di ventura. Una notte viene a sapere che una misteriosa nebbia oscura ha isolato Avalon dal resto del continente, e le persone hanno iniziato a tramutarsi in mostri. Temendo per la sorte di Lara, il Cavaliere ritorna ad Avalon per cercare salvare la sua amata.

Setting: Giappo-Fantasy

Note: Il sequel di Dragonheart arrivò ad essere, gia prima che fu abbandonato, incredibilmente più lungo del suo predecessore, e i dialoghi, grazie anche all’aiuto del mio amico Hyuga, iniziavano ad essere un po’ più elaborati, le mappe anche erano un po’ meno “scarne” di quelle del primo capitolo, ma facevano ancora abbastanza pena… il sistema di battaglia e i menù erano ancora quelli classici di rpg maker 2000, i personaggi però erano caratterizzati molto bene, anche se, per ragioni di coerenza con il primo capitolo, alcuni rimasero (nel nome e nell’aspetto sempre, ovviamente) quelli “scopiazzati” da altri giochi.

FINAL FANTASY: LOST LEGENDS

di proprietà della UNDERSOFT

Tool: Rpg Maker 2003
Iniziato Nel: 2002
Genere: j-RPG Classico
Sistema di Battaglia: Classico
Menu: Personalizzato seguendo lo stile dei classici FF
Longevità: Non siamo mai arrivati a finirlo

Trama: La trama di questo gioco non fu mai decisa bene del tutto, ma doveva ruotare attorno alle vicende dei quattro protagonisti, Vihn (un ragazzo senza memoria risvegliato per caso in un vecchio sepolcro), Descio (guerriero in esilio braccato da alcuni misteriosi individui), Hyuga (un sadico inquisitore, inizialmente nemico del protagonista) e Titas (un personaggio un po’ bizzarro proveniente da un altro universo), più altri due o tre personaggi secondari, i quali si troveranno a dover combattere fianco a fianco per difendere loro stessi e il loro mondo, da una minaccia proveniente da un altro piano della realtà.

Setting: Tipico universo Final-Fantasyano

Note: Il progetto fu iniziato assieme a tre amici con i quali avevo fondato la UnderSoft, ma ben presto alcune differenze creative portarono all’allontanamento di uno dei quattro, in più il lavoro e l’università resero impossibile al nostro grafico, TiTas, continuare a makerare, il progetto fu abbandonato con lo scioglimento della UnderSoft, e fu ripreso saltuariamente da Ghost per imparare ad usare bene RPG Maker 2003 che era uscito da pochi giorni.

FINAL FANTASY: LOST GERUSALEM

Tool: Rpg Maker 2003
Iniziato Nel: 2003
Genere: j-RPG Classico
Sistema di Battaglia: Classico
Menu: Personalizzato seguendo lo stile dei classici FF
Longevità: Non siamo mai arrivati a finirlo

Trama: Jason è un ex-pilota stellare dell’esercito dell’ Alleanza Terrestre. Costretto a ritirarsi per via di una ferita alla spalla che gli ha limitato l’uso del braccio sinistro, causata da un incidente, nel quale ha perso la vita anche la sua fidanzata. Congedato con onore dall’aviazione, ora serve come ambasciatore del governo su una delle colonie spaziali della federazione.

Ma una notte, la colonia dove si trova, viene invasa da una misteriosa forza extraterrestre, e Jason è costretto ad evacuare. Lo shuttle dove si trovano lui ed altri diplomatici dirotta a seguito di un guasto, e si schianta su un pianeta non segnato su nessuna carta stellare.

Setting: Fantascienza, misto a tipici elementi dell’unverso di Final Fantasy

Note: Il progetto nacque come variante di Lost Legends (vedi sopra), che continuai da solo, dopo la rottura dell’ UnderSoft; in realtà non avevo in programma di farci qualcosa di serio, come progetto, ma mi è servito sicuramente per affinare le mie doti di maker con rpg maker 2003.

CONCEPT

Progetti che sono allo stadio embrionale, esperimenti, lavori che non sono mai veramente iniziati, e che probabilmente non vedranno mai la luce del giorno.

DRAGONHEART TACTICS

L’idea era di riunire i primi due capitoli della saga di dragonheart in un unico gioco, con il sistema di battaglia “a scacchi” tipico di Tactics Ogre, Final Fantasy Tactics, Hoshigami o Vandal Hearts… paradossalmente, la cosa più difficile non fu creare il sistema di battaglia, che, non per vantarmi, venne abbastanza bene, ma il guaio fu riprodurlo e adattarlo per ogni battaglia e per ogni “combinazione” di personaggi che potavamo in campo…

DRAGONHEART III: THE LEGACY

Dragonheart III doveva seguire le vicende di Joshua, figlio di Descio e Lara. Il progetto comunque non vide mai la luce, perchè non avevo ancora completato il secondo capitolo, e anche perchè in tutta franchezza non è che avessi tutte queste idee.

DRAGONHEART IV

Dragonheart IV, nacque, paradossalmente, prima del tre… in pratica volevo provare a creare un “action game” a missioni, e siccome non avevo idee per il setting, decisi di riprendere vecchi personaggi di dragonheart e catapultarli in un’epoca moderna; l’idea era che in qualche modo qualcuno trovava per caso il luogo dove era sepolto Descio, l’eroe dei precedenti capitoli, misteriosamente il corpo era ancora intatto… per fortuna il progetto fu scartato quasi subito, altrimenti non so che guaio avrei potuto combinare…

DRAGONHEART REBIRTH

Mentre attendevo ispirazione per continuare Dragonheart II, ebbi l’idea di fare un remake del primo capitolo, per aggiungergli longevità, riscrivere i dialoghi e ridisegnare le mappe che, nel frattempo, ero diventato più bravo a fare… anche qui il progetto fu scartato pressochè subito perchè di molte cose non mi piaceva la piega che stavano prendendo, alla fine optai per il Dragonheart Tactics ( vedi sopra).

IDEE

Progetti che un giorno vorrei fare, che per il momento esistono solo nella mia mente.

– Un gioco su una Zombie Apocalypse

– Un capitolo della saga di GTA

– Un gioco su Star Wars