Resurrection 1.0

Attenzione:
Il contenuto di questa pagina si riferisce alla beta/demo, di Resurrection rilasciata dalla Ghost Rider Production il 29 ottobre 2011.

Ho deciso di ripostare anche qui questo progetto, sebbene ormai lo considero “finito”. Non perchè ho abbandonato il progetto (il quale è solo temporanemante in pausa), ma perchè potrei farci un’ennesimo restyling, quando avrò terminato con Dragonheart “Forever”. Questa è la vecchia “prima demo” di Resurrection, un action-rpg con elementi di Survival Horror vecchio stampo che stavo programmando. Questa versione è un po’ datata, e presenta un bel po’ di difetti (non ultimo un misterioso errore che fa crashare il gioco a random) e caricamenti un po’ lunghetti.

Senza ulteriore indugio, la Ghost Rider Production presenta:

ghostrider-smiley-face THE RESURRECTION ghostrider-smiley-face

Introduzione: Resurrection è nato nel 2005, ed è stato portato avanti per un po’ prima di passare a RPG Maker XP. Scontento del tool, poi, me ne tornai su RM2k3, e da allora Resurrection ha avuto diverse e sostanziali modifiche, prima di diventare, solo verso lafine del 2009, il prodotto che vedrete in questa demo, potenziato dalla Mega-Patch, creata da un makeratore spagnolo di cui ora mi sfugge il nome, e portata in Italia grazie alla traduzione di Calev.

Dopo un po’ di lavoro ho intrrotto il progetto, ma dopo averne pubblicato un paio di video (del Making Of) su Youtbe, vista la reazione positiva del pubblico, mi sono convinto a continuarlo e a rilasciare una piccola demo.

resurrection_screen0

Soggetto e Trama: La storia ci mette nei panni di Descio, un misterioso personaggio che vive da anni da solo, in una casa sperduta in mezzo ad una foresta senza uscita. A fargli compagnia ci sono le presenze spettrali che abitano la foresta, e che Descio riesce a percepire, e un sogno che lo tormenta notte dopo notte.

Una notte come tante, una misteriosa ragazza si presenta alla sua porta. La donna sembra conoscere molte cose del passato del nostro protagonista, e lo invita a seguirla in una spedizione verso la roccaforte di Wolfenstein. Seguendo il piu classico dei filoni horror, Descio inizialmente rifiuta e la manda via; solo in seguito, realizzando che forse andare a Wolfenstein rappresenti l’unico modo per lasciare questa foresta, deciderà di recarsi alla roccaforte abbandonata. Quella notte, per qualche strana coincidenza, il sentiero per lasciare la foresta era lì, palese, davanti ai suoi occhi.

Il gioco segue il classico filone dei castelli stregati: Wolfenstein (il cui nome suonerà familiare ai vecchi videogiocatori, anche se Resurrection non ha nulla a che vedere con il mitico Sparatutto) si dice (è una specie di leggenda) fosse una rocca sperduta da qualche parte nei monti della germania, ed era la roccaforte segereta di Adolph Hitler (il luogo che gli storici chiamano Il Nido dell’Aqula, ma Wolfenstein letteralmente in tedesco significa Pietra del Lupo o Tana del Lupo). Il periodo storico non è spiegato chiaramente nel gioco ma è evidente che ci troviamo negli anni successivi alla morte del dittatore.

Personaggi (Presenti nella Demo):

Descio: Protagonista del gioco, non ha alcun ricordo del suo passato, vive da anni in una casa abbandonata in una foresta che sembra non avere uscita. Inizia il suo viaggio verso Wolfenstein dopo aver conosciuto Christine, una misteriosa ragazza che sembra conoscerlo, convinto che forse raggiungere il vecchio maniero è l’unico modo per uscire dalla foresta spettrale e scoprire la verità su di lui.

Christine: Giovane ragazza, inviata a chiedere l’aiuto di Descio, dal leader della sua confraternita, un gruppo segreto di Cacciatori di Demoni. Per qualche ragione Christine conosce lo strano sogno che perseguita Descio notte dopo notte.

Charon: Un misterioso individuo, di natura chiaramente sovrannaturale. Chiamato anche “Il Traghettatore”, Charon svolge l’infausto compito di trasportare, sulla sua barca, le persone da un capo all’altro del fiume, dove li attende il loro Destino.

Gameplay: Resurrection sfrutta un Battle System in tempo reale su mappa, abbastanza semplice, che comprende attacchi con la spada e con le armi da fuoco (sebbene quest’ultima funzione non sia ancora impolementata nella demo). Il menù anche è stato rifatto da capo, ad eventi, in quanto il menu standard di RPG Maker 2003 è adatto ad un Gioco di Ruolo, ma molte funzioni non servono in un gioco come resurrection. Similmente ai vecchi giochi Horror come Resident Evil o Silent Hill, il menu serve a tener traccia degli oggetti e dei documenti (indizi su come risolvere alcuni oggetti) che raccogliamo nel corso dell’avventura.

Nel gioco sono presenti diversi enigmi ispirati proprio ai due videogiochi gia citati, è inoltre possibile potenziare le proprie armi spendendo “Punti Sangue” raccolti dai nemici uccisi in combattimento.

Resurrection è anche il primo gioco che introudce ufficialmente i GRP Awards, un sistema di obiettivi simili a quelli che ci sono sulle console moderne.

Altro: Il gioco contiene un linguaggio adulto, scene di sangue e rumori improvvisi. Ovviamente essendo un gioco fatto su RPG Maker non vi aspettate che faccia chissà quanto paura.

Screenshots:

resurrection_screen2 resurrection_screen1

Video:

. .

Disclaimer: Questa è una storia di fantasia, i fatti narrati sono inventati, ogni presunta somiglianza o analogia con fatti, persone e luoghi reali è da considerars puramente casuale. I simbolismi a gruppi politici presenti in questo gioco servono esclusivamente al fine della trama, e non rifletto in nessun modo le idee politiche del programmatore.

Credits: Al momento tutto quello che vedete è, in parte prodotto da me, in parte raccattato qua e la sui vari siti di risorse per RPG Maker 2k/3, in particolare charas-project.net;

Un ringraziamento va comunque all’autore della Mega-Patch, e al makeratore Calev per averla tradotta e divulgata in Italia, e al sito di Makerando.com per supportare il progetto.

Contenuto della Demo: La demo dura pressochè un’ oretta e mezza, e contiene tutta la foresta e la prima parte della miniera di diamanti. Il Battle System con le armi da fuoco non è stato ancora implementato, quindi avrete solo la spada a dispozione.

La demo è da considerarsi “conclusa”, sentitevi ovviamente liberi di elencarmi errori che riscontrate e, ovviamente, di dirmi cosa ve ne pare del gioco, tenete però presente che il progetto sebbene non è assolutamente abbandonato, potrebbe risultare, alla fine, completamente diverso da quello che vedrete in questa demo.

Download e Altri Link:

Se potete (non è obbligatorio, ma mi fareste un favore) scaricate e commentate il gioco dal portale di Freank Expo in modo da fargli guadagnare un po’ di notorietà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...